Che carattere il Foggia. I rossoneri ribaltano il Messina 3-1.

Su un terreno di gara ai limiti dell’inguardabile, importante affermazione del Foggia di Zeman che nel settimo turno del campionato di serie C. girone C, batte in rimonta il Messina per 3a1.

Sorpresa tra i titolari: il boemo promuove tra i pali Volpe e concede un turno di riposo ad Alastra. In difesa rientra Martino, in luogo di Garattoni. Prima linea confermata dopo la bella prova e i tre gol di Andria. Sullo risponde con le novità Fazzi e Milinkovic in luogo di Russo e dell’ex Balde.

Il Foggia parte bene e al 4′ ci prova con una punizione di Petermann con palla deviata in angolo. Nicoletti al 10′ centra per Merola ma Lewandowski si salva di piede. Al primo affondo, però, gli ospiti. Minuto 14′ Fazzi si libera a centrocampo e suggerisce per Vukusic che solo davanti a Volpe non perdona. La reazione del Foggia non si lascia attendere. Al 21′ Curcio pesca Nicoletti, anticipato in area di rigore. Dopo due timidi tentativi di Petermann, il Foggia impatta. Proprio il rientrante Martino al 37′ lascia partire un siluro da fuori area che batte l’estremo giallorosso. Il Foggia è galvanizzato e va subito vicinissimo al raddoppio sugli sviluppi di una punizione, Merola tenta il tiro ma Lewandowski respinge in due tempi. Tutti a prendere un thè sul risultato di 1a1 dopo i primi 45’ di match.

Pronti –via nella ripresa è pericoloso il Messina con il neoentrato Balde su cui è attento Girasole. Gli uomini di Sullo si rivelano un buon complesso e la gara si mantiene su un piano di equilibrio. Al 55′ Fazzi su punizione tenta la sortita ma Volpe non si lascia sorprendere. Tre minuti dopo è Fofana a sparare alto sopra la traversa. I rossoneri piano piano riprendono a macinare gioco. Al 59′ Foggia si riaffaccia in avanti con Martino che non si intende con Merola. il capitano Curcio pecca di mira, in due occasioni, prima con una conclusione alta e poi di poco a lato. Merkaj sciupa al 73’ un buon contropiede ma i padroni di casa vogliono la vittoria e continuano a spingere. Sul finire di gara, giunge il vantaggio. Curcio trova con un cross al 85′ Merkaj che di testa in buona elevazione fa esplodere lo Zaccheria. Nel finale i locali legittimano la vittoria nel 4°minuto di recupero con Rocca. Il centrocampista scambia con Merkaj e con un sombrero supera Lewandowski. Seconda vittoria consecutiva per la truppa zemaniana che dà continuità di risultati e sale a 12 punti in classifica, issandosi in quinta piazza. A 5 punti dalla capolista Bari, vittoriosa nel big match, con la rete di Scavone contro il Monopoli.

Ph: Enzo Maizzi

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: