Coppa Italia Eccellenza, Manfredonia alla terza fase

Basta il pari per 1-1 al Manfredonia al “Ricciardelli” di San Severo, per staccare il pass qualificazione alla terza fase della Coppa Italia Eccellenza, in virtù del 2-0 maturato all’ andata.

De Candia ruota i suoi uomini, in vista del big match, di domenica 23 ottobre, con il Bisceglie e dà un turno di riposo anche a Giambuzzi e Morra. Rufini prova a ribaltarla con i tanti ex nell’undici titolare.

Il San Severo, obbligato dal risultato dell’andata a fare la partita, parte subito con il baricentro alto ed è il Manfredonia che nei primi minuti sorprende i padroni di casa in ripartenza, spingendo soprattutto sulla corsia di destra. Dopo il mancato appuntamento con la palla di Cannarozzi, al 5′, che arriva tardi su un cross, gli ospiti prima protestano timidamente per un contatto sospetto su Achik in area di rigore. Poi vanno vicini al gol con Triggiani, al 15′, che manda alto, da buona posizione, un piazzato su traversone di Achik. Il match, nella fase centrale di frazione, ristagna a centrocampo, con il San Severo che prova a pungere, di tanto in tanto, con il sgusciante Rubino ma senza creare veri patemi alla porta di Chironi. Triggiani è autore di una bella percussione, al 29′, ma conclude con un tiro debole e centrale, che Carella para senza problemi. Fino al 31′, quando dagli sviluppi di un calcio di punizione, un cross proveniente dalla destra, pesca De Vita tutto solo, che fa centro e porta in vantaggio i giallogranata. La reazione dei sipontini è nei piedi di Achik, che dal limite conclude, Carella respinge sulla traversa. Sul seguente corner, D’Aiello incorna fuori misura. Non succede più nulla e squadre al riposo, con i locali avanti 1-0.

La ripresa si apre con una bella ripartenza al 2′, Gissi serve Triggiani, il cui tiro non è preciso verso la porta.  L’attaccante esce per infortunio , dentro Potenza. Cirillo ci prova da fuori, Carella è attento. Poi è lo stesso Potenza, al 7′ conclude, palla a lato. Turitto gira di testa uno spiovente, nessun pericolo per Carella. La gara resta in equilibrio ed aperta ad ogni soluzione. La svolta arriva al 22′,quando Potenza realizza il rigore del pareggio, concesso dal direttore di gara. I biancoceleste rinvigoriti dal pari, hanno una buona occasione con una rasoiata di Gissi, al 35′, Carella si distende bene. Gli uomini di De Candia controllano agevolmente le sortite velleitarie del San Severo, fino al triplice fischio ed avanzano nella competizione.

San Severo: Leuci, Caruso, Morra A., Iannicello (23′ pt Stoppiello) Trotta (41’st Liso), Salvemini(44’st Martignetti), Morra C (33’st Villani), De Vita, Botticelli, Cannarozzi (36’st Rossetti), Rubino. All. Rufini

Manfredonia 1932: Chirone, Montrone, Lauriola, Fiorentino (11’st Biason), D’Aiello, Lobosco(43’st Dinielli),  Achik(45’Bevilacqua), Cirillo, Gissi, Triggiani (5’stPotenza), Turitto. All.De Candia

Reti: 31′ De Vita, 24’st Potenza rig.

Ammoniti: Lobosco (M), Caruso (S), Botticelli (S), Biason (M)

Arbitro: sig. Pezzolla (Bari)

Assistenti: sigg. Lamacchia (Barletta), Di Muzio (Foggia)

Ti potrebbe interessare anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: