Coppa Italia Serie C, Foggia ai quarti. Battuto il Crotone 2-0

Dopo aver battuto Picerno e Juve Stabia ai calci di rigore, il Foggia supera meritatamente anche il Crotone, per 1-0 negli ottavi di finale di Coppa Italia Serie C e conquista il pass qualificazione per i quarti della manifestazione, al termine di una gara ben giocata dai rossoneri per convinzione ed idee calcistiche.

Mister Gallo, come anticipato in conferenza, propone vari cambi in line up. Dentro Dalmasso tra i pali, occasione per Chierico e Odjer in mediana, con Schenetti a supportare Tonin ed Ogunseye. Lerda risponde con il tandem offensivo Bernadotto- Tuminiello.

I rossoneri partono bene e al 5’ è Tonin, con uno spunto personale ad andare vicino al vantaggio, Branduani si rifugia in corner. Il Crotone esce dal guscio piano piano ma senza rendersi pericolosi mentre i padroni di casa continuano a spingere nella prima fase di gara. Al 19’ è ancora il goleador di domenica scorsa a Monopoli, Di Pasquale ad avere la grande chance per siglare l’1-0. La retroguardia ospite si salva miracolosamente sulla conclusione del difensore. L’inerzia del gioco è in mano agli uomini di Gallo che al 24’ passano. Schenetti, con un tiro da fuori, sorprende Branduani non perfetto nella circostanza. Il pallino del gioco è saldamente nei piedi dei dauni che al 35’ sfiorano il raddoppio con Ogunseye, la cui zuccata è deviata in corner. Il Crotone ci prova con Panico, al 39’, conclusione che Dalmasso non tiene perfettamente ma senza che nessuno riesca ad approfittarne. Ultima nota sul taccuino e squadre a bere un thè caldo sul parziale di 1-0.

Il canovaccio del match nella ripresa è identico allla prima frazione di gioco. Il Foggia è concentrato e convinto su ogni pallone e ha le redini dell’incontro. Al 47’ i rossoneri si vedono annullare la rete del 2-0 per posizione irregolare. Dieci minuti più tardi è provvidenziale la scivolata di Yakubiv su Costa, ad un passo dall’assist per Ogunseye. Dalmasso, poco dopo, rimedia un giallo per un’uscita alquanto avventata. Al 64’ è ancora Schenetti, oggi apparso in palla, con un’azione personale ed insisitita a concludere da posizione laterale, palla che finisce a lato. Il Crotone si riaffaccia al 66’ con Tribuzzi, nessun problema per l’estremo difensore locale. Vanno dentro forze fresche: Frigerio e Vuthaj in luogo di Chierico e Tonin. Bernadotto fa il solletico alla porta di Dalmasso al 70’. Ghiotta opportunità per Vuthaj, al 77′, che da favorevole posizione, cicca la sfera. Buona ripartenza di Peschetola, che va via al diretto avversario sulla sinistra ma il suo suggerimento viene intercettato dalla retroguardia calabrese. Il Crotone tenta gli ultimi assalti nel finale di gara ed inevitabilmente si scopre. I rossoneri ne approfittano e chiudono la contesa al 90’proprio con Peschetola. Contropiede da manuale dei rossoneri, Vuthaj premia l’inserimento del giovane fantasista che infila alle spalle di Branduani. Gioco, partita, incontro e qualificazione tra gli applausi dei supporters, sempre più entusiasti del nuovo corso di Fabio Gallo e dei suoi ragazzi.

Foto: Enzo Maizzi

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: