Gradinata Est:”Adesso basta”.

Noi della Gradinata Est ci vediamo, nostro malgrado, costretti a questo comunicato per rendere pubblico tutto il nostro rammarico verso l’attuale società del Manfredonia Calcio. Siamo stati in silenzio tutta l’estate (tacciati anche di servilismo) ad assistere all’operato e a leggere di tutto. Lo abbiamo fatto per dare ancora una volta fiducia e per vedere dove si voleva arrivare. Ora ci è tutto molto più chiaro.
Siamo senza Stadio. Il Presidente Rotice aveva annunciato che i lavori di riadeguamento del Miramare sarebbero iniziati il 1° settembre, il mese sta per finire e dei lavori neanche l’ombra. Nel frattempo non è stato presentato neanche il progetto di questi interventi alla cittadinanza. Rumors ci dicono che prima delle elezioni (guarda caso) nulla si muoverà. La società nulla fa e nulla dice. Di conseguenza i tifosi sipontini non sanno se e quando torneranno nel proprio stadio. Tutto questo è un danno per tutti.<br />Sempre il Presidente Rotice, dichiarava ad un quotidiano locale il 21 luglio 2021 che l’obiettivo stagionale era “un pronto ritorno in quarta serie che è quella che ci compete”. La stessa intenzione è stata poi ribadita dal vice Presidente D’Alba. Ora noi ci chiediamo e chiediamo come sia possibile arrivare a tanta supponenza? O trattasi di incompetenza? Come si possono dichiarare certi obiettivi, con i fatti che poi dicono il contrario? Una struttura societaria inesistente, nessun direttore sportivo, budget ridotto all’osso, allenatore senza alcuna referenza, una rosa inconsistente e incompleta se non per qualche giovane talento. Pensano forse che abbiamo l’anello al naso? Questa è la squadra più debole costruita negli ultimi 10 anni. A proposito chi ha messo su l’organico ? Fare calcio a Manfredonia è un’altra cosa, servono investimenti, passione e figure professionali. Qui siamo ad un livello amatoriale spacciato per ciò che non è.
La società , per bocca del suo Presidente, parla di valori, di aggregazione , di famiglie allo stadio. Ma dove? Non esiste comunicazione, non esistono eventi, non c’è stata una presentazione della compagine societaria ( se non pro forma), non è stata presentata la squadra, non si organizzano iniziative. Come può il giovane avvicinarsi? come può il tifoso appassionarsi? Millantano di un “ritrovato entusiasmo” ma la verità è l’esatto contrario non c’è più un briciolo di gioia e di sogno nei nostri cuori.
Il futuro sono i giovani. Peccato che la Scuola Calcio del Manfredonia sia stata completamente svuotata e relegata ad un inutile peso. Tant’è che anche il nostro capitano Trotta sostiene un’altra scuola calcio in concorrenza con quella di appartenenza. E’ accettabile questo? Come far crescere i capitani di domani se non gli facciamo indossare la maglia biancoeleste ma gli mandiamo altrove ?
Siamo arrivati finanche a dover assistere ad un penoso “corteggiamento” ad un attaccante , il tutto pubblicamente su un social. Che dire?
Manfredonia e il Manfredonia meritano molto di più. La nostra storia , la nostra passione, i nostri trascorsi richiedono una gestione completamente diversa della squadra di calcio. Se il problema fosse di natura economica , che si faccia spazio a nuovi ingressi.
Noi chiediamo che si cambi registro quanto prima. Abbiamo dato tutto il supporto possibile ma ora la misura è colma. Si faccia Calcio (con la C maiuscola) perché noi siamo Tifosi ( con la T maiuscola).

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: