Crea sito

Il Manfredonia 1932 batte il Corato 2a0 e riconquista la vetta.

Il Manfredonia calcio 1932 batte, con autorità, il Corato per 2a0 al termine di una prestazione eccellente per atletismo, sacrificio e coralità di manovra, nel big match della 11°giornata di Eccellenza Pugliese. Mister Rufini propone dal 1′ tutto il potenziale offensivo a disposizione, con N.Morra, capitan Trotta a supporto dell’ariete Salerno. Mister Scaringella risponde anch’esso con l’ artiglieria pesante composta da Montaldi- Cotello- Petitti. Gli ospiti in casacca nera partono meglio. Al 3′ punizione dal vertice, colpo di testa di Montaldi, alto sulla traversa. I coratini praticamente terminano lì la loro produzione offensiva della prima frazione. I biancoceleste iniziano a macinare gioco, prendendo le redini del centrocampo. Sgroppata di Rubino sulla destra, al 11′, cross basso, velo di Salerno e conclusione centrale di Trotta, che scalda i guantoni dell’ex Addario. Il Manfredonia al 21′ sciupa una grande occasione. Salerno va via di forza, suggerisce per Prota nel cuore dell’area di rigore e il classe 2002, di piatto manda alto, alzando troppo la mira. Ritmi sostenuti e locali che al 29′ passano. Fallo su N.Morra dal limite e punizione magistrale di capitan Trotta che si insacca all’incrocio. Al 31′ scontro fortuito tra Leuci e D’Angelo, per fortuna, nulla di grave per i 2 calciatori. Il pallino del gioco è saldamente nelle mani dei sipontini ma al 41′ episodio determinante per le sorti del match. Cicerelli cincischia, perde palla e cadendo a terra, tocca la sfera con le mani. Doppia ammonizione ed espulsione. Un minuto dopo Montaldi sferra un bel destro dai 20metri ma Leuci è attento. Rufini rinforza gli ormeggi, inserendo A.Morra per suo fratello Nino, dando sostanza alla mediana. Finale di tempo nervoso con de Nittis, espulso dalla panchina. Squadre al riposo sul parziale di 1a0.

Ripresa che si apre con un Corato più propositivo. Dopo il forfait di Leuci al 2, (dentro Sarri), è Lezzi al 5’a provare il jolly con un tiro al volo dal limite che si spegne al lato. Al 20′, Montaldi pesca D’Aiello ma conclusione fuori misura sulla traversa. Petitti tenta al 30′ la sortita che si conclude in modo sbilenco. D’Aiello va vicino al pareggio al 32′, cogliendo la traversa con una bella inzuccata sugli sviluppi di corner. Gli ospiti spingono ma la retroguardia del Manfredonia regge bene e concede solo traversoni innocui. Al 45′ Sarri si distende in tuffo e blocca un colpo di testa di Caruso. Al 48′ break di D’ Angelo per Salerno, destro fuori. Pochi secondi dopo, nuova ripartenza sipontina questa volta letale. A.Morra premia la corsa del centravanti che solo davanti ad Addario lo batte con freddezza per l’apoteosi dei padroni di casa. Il Manfredonia ottiene il controsorpasso in vetta alla classifica e blinda quanto meno il secondo posto, e la conseguente semifinale playoff casalinga, in attesa del big match per il primato contro il Barletta 1922, il prossimo 6 giugno.

Tabellini:

Manfredonia 1932: Leuci( 4’st Sarri), Rubino(35′ Stoppiello), Coronese, Partipilo, D’Angelo, Colangione, Trotta (38′ st Burdo), Cicerelli, Salerno, Morra C.(45′ A.Morra), Prota(44’st Prota). All. Rufini.

Corato Calcio: Addario, Lezzi (11’st Olibardi), Quacquarelli, Dentamaro, Campanella(38’st Caruso), Daiello, Giancola, Caputo (11’st Palmisano), Montaldi, Cotello (45’st Camasta), Petitti. All.Scaringella.

Reti: 29′ Trotta, 49’st Salerno.

Ammoniti: N.Morra, Cicerelli, Coronese, Sarri, Addario.

Espulsi: 42’Cicerelli (doppia ammonizione), 45′ de Nittis (dalla panchina)

Recupero:5’pt, 4’st

Arbitro: sig. Poggio sez. di Forlì

Ti potrebbe interessare anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: