Scherma, Foggia sogna con Criscio e Samele a Tokyo 2020.

Ci saranno anche due alfieri foggiani nella delegazione dei 24 atleti pugliesi, nelle spedizione azzurra più nutrita di sempre, che ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, al via il prossimo 23 luglio, cercheranno di ben figurare, far esultare l’intero Paese e un territorio spesso alla ribalta per notizie non proprio positive. Stiamo parlando, naturalmente degli schermidori Martina Criscio e Luigi Samele. Presente per il Circolo Schermistico Dauno anche Michela Battiston.



Martina Criscio, ventisettenne sciabolatrice foggiana dal carattere vivace ed estroso, come i suoi capelli recentemente azzurri, ha grinta da vendere sin da piccina, da quando capì che il suo mondo non era quello della pallavolo ma della maschera, quando partì la sua avventura in una palestra a pochi metri da casa. Da lì ne ha fatta di strada. Martina, già campionessa del mondo a Lipsia ed europea a squadre nel 2017 a Tbilisi, punta al podio ed è prontissima a recitare un ruolo da protagonista della gara individuale e di quella a squadre. Una convocazione agguantata con merito, che non è certo un punto d’arrivo. Fondamentale nel suo percorso da atleta, è stato da sempre il suo maestro Benedetto Buenza, da oltre vent’anni. Il suo orgoglio foggiano e il sacro fuoco della passione per lo sport, potrebbero rivelarsi gli ingredienti giusti per la sciabolatrice azzurra che vuole riservarsi un posto al sole nella storia olimpica e rinvigorire la tradizione d’eccellenza della scherma dauna. Lunedì 26 luglio, siamo sicuri che con lei, tirerà anche l’intera Capitanata.

In pedana, nel Paese del Sol Levante, salirà anche Gigi Samele. Sabato 24 luglio, nella giornata d’esordio della kermesse olimpica, l’atleta foggiano, trasferitosi a Bologna, sarà impegnato nella gara individuale e tornerà poi a competere nella prova a squadre, mercoledì 28 luglio.
La carriera sportiva dello schermidore di punta della Nazionale Azzurra è costellata da numerosi traguardi. Samele è stato tre volte vincitore dei Campionati europei nella sciabola a squadre, vincitore della Coppa del mondo di scherma a Chicago nel 2014 e a Cancun nel 2016, medaglia d’oro nella prova individuale ai Mondiali cadetti a Plovdiv e bronzo olimpico con la squadra italiana alle Olimpiadi di Londra 2012.

Nella capitale nipponica siamo sicuri che entrambi porteranno nei propri bagagli i loro tanti sacrifici, gli sforzi e il sudore di ogni singolo allenamento ma anche il sogno a Cinque Cerchi di una bacheca che luccica ma manca dell’alloro più importante nella competizione sportiva più prestigiosa al mondo. Ultimi giorni di attesa, poi via al sogno olimpico. In bocca al lupo, ragazzi.

Ph: pagine Facebook Federazione Scherma

Ph: pagina Martina Criscio e Luigi Samele

Ti potrebbe interessare anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: