Vitulano Manfredonia, Esposto: “Non si poteva restare fermi”

Dalle colonne della Gazzetta del Mezzogiorno il presidente onorario dott. Esposto fa il punto della situazione in casa Vitulano DrugstoreC5 Manfredonia, spiegando i motivi dell’esonero di mister Cundari.

Come società, seppur in modo sofferto, abbiamo deciso in tal senso e pertanto ringraziamo mister Cundari per il lavoro svolto. Il tecnico-spiega il dirigente- ha ereditato una situazione non facile, dopo la retrocessione dalla massima divisione, ma è riuscito a creare un gruppo, un aspetto emerso soprattutto nella prima parte del campionato”.

Sono affiorate alcune frizioni con dei giocatori di spicco e vi sono state delle criticità. La società ha sempre vigilato- continua Esposto- di fronte a queste situazioni, appoggiando pienamente l’ operato del mister ed in qualche caso si è pure schierata contro quei calciatori che avevano assunto atteggiamenti poco rispettosi“.

Non c’è stata la capacità di portare a casa i risultati sperati. Fortunatamente è arrivata la qualificazione in Coppa ma in alcuni scontri diretti contro avversari alla nostra portata, soprattutto contro l’ Itria (7-0 ndr), non si poteva restare fermi. In fin dei conti- chiosa il presidente onorario- il mister sapeva di essere sotto osservazione”.

Ti potrebbe interessare anche...

error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: